Notizie Parrocchia Santa Maria dei Greci

"Assunta" in cielo

15-08-2016 Visto:739 Ultime notizie  - avatar Vincenzo Salsano

"Assunta" in cielo

C'è  una donna al centro dell'Universo. Miracolo che perpetua il miracolo della vita. Orizzonte senza fine.   Forza che cancella le montagne dell'indifferenza con la forza dell'Amore. 

Leggi tutto

La Rotonda... documenti storici

17-03-2016 Visto:7714 Parrocchia Santa Maria dei Greci  - avatar Vincenzo Salsano

Di seguito alcuni documenti inediti della chiesa Santa Maria dei Greci

Leggi tutto

Pregando per la salvaguardia del creato…

14-03-2016 Visto:1547 Ultime notizie  - avatar Vincenzo Salsano

Pregando per la salvaguardia del creato“La terra è sacra, appartiene al numero infinito di coloro che sono già morti,

Leggi tutto

Santa Maria dei Greci le foto

05-02-2016 Visto:743 Ultime notizie  - avatar Vincenzo Salsano

Alcuni scatti della nostra "Rotonda"...

Leggi tutto

Santa Maria dei Greci: una storia "…

05-02-2016 Visto:677 Ultime notizie  - avatar Vincenzo Salsano

La chiesa di S. Maria dei Greci, detta Rotonda di Fratte, sorge nella metà dell’Ottocento sulla strada che conduce da Fratte a Baronissi, per la sua costruzione circolare, da cui...

Leggi tutto
  • 1
  • 2
Indietro Avanti
Giovedì, 13 Febbraio 2020 08:25 Pubblicato in Ultime notizie

Lourdes: Epifania della sofferenza.  11 Febbraio 2020 a cura di Rosita Rago.

L'11 febbraio abbiamo celebrato la XXVIII giornata mondiale del Malato, istituita  il 13 maggio 1992 da San Giovanni Paolo II , con  uno dei principali  intenti di "aiutare  chi è ammalato e aiutarlo sul piano umano della sofferenza".  Le parole di Gesù, dal Vangelo di Matteo, quest anno sono di supporto  e indispensabili : "venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro".  La memoria di oggi " Nostra  Signora di Lourdes" ci riporta ai piedi dei Pirenei, dove Maria manifestò la sua materna sollecitudine ai malati. Nella grotta di Massabielle, ai piedi della Vergine Immacolata, le persone segnate dalla sofferenza e dalla malattia, e anche coloro  che se ne prendono cura, sperimentano la consolazione spirituale e la grazia rigeratrice che Dio concede per mezzo di Maria.  Lasciamo che Maria entri nei  nostri cuori e avremo tutte le illuminazioni  e gli aiuti necessari.  Se renderemo intensa la fusione con il Suo amore non avremo più paura: ci nutrirà con il suo sostegno, la Sua luce e la Sua gioia.  Confidiamo in Lei, uniamo le nostre intenzioni  alle Sue, le nostre gioie alle Sue, le nostre ansie, le nostre lacrime, le nostre sofferenze alle sue; azzeriamo oggi ogni forma di scetticismo e poniamoci fiduciosi sotto il Suo mantello di luce. Il Signore ci insegna a non avere paura di seguirlo, perché la speranza che poniamo in Lui non sarà delusa. Andiamo a Lui, noi che siamo affaticati ed Andiamo a Lui, noi che portiamo dei macigni nel cuore, che non capiamo che cosa ci stia accadendo, che non abbiamo ancora saputo risolvere i grandi interrogativi della nostra vita.  Andiamo a Lui, noi che siamo sconvolti dalle disgrazie, dalla malattia, dal dolore e dalla sofferenza, dopo averli strenuamente combattuti, dopo averne cercato in ogni modo il «perché» … perché proprio «adesso», perché proprio a me, perché proprio in questo modo.  Qual è questo ristoro che Gesù ci offre? Perché dovremmo prestare fede alla sua Parola? Anzitutto perché la sua è una Parola che illumina la mentee apre il cuore. Ci permette l’accettazione della sofferenza con lo stesso spirito con cui egli accettò la sua croce e la morte, ci consente di viverla cometempo di semina condotta nelle lacrime, ma piena di gioia nella raccolta.  Anche nella nostra chiesa che è intitolata N.S.di Lourdes abbiamo celebrato la Santa Messa dove don Marco ha anche istituito il sacramento dell' Unzione degli Infermi alle persone anziane. Alla fine della Santa Messa si è svolta una piccola processione.

 

Domenica, 10 Novembre 2019 18:25 Pubblicato in Ultime notizie

Pastorano, Cappelle e Matierno 10 Novembre 2019, a cura di Marco Bisogno.  Oratorial Winter League, ovvero metti un rettangolo verde, un pallone che rotola e la voglia di divertirsi in piena tranquillità e il gioco è fatto.

Dai tre oratori della parrocchia Santi Felice e Giovanni Battista in Pastorano, nasce l’idea di lanciare un vero e proprio campionato di calcetto aperto a tutti coloro nati prima del 31 Dicembre 2003.

Le squadre formate da un minimo di 7 atleti  ad un massimo di 9 daranno vita a partite di andata e ritorno da disputarsi sul magico campo di ultima generazione di Pastorano.

Termine iscrizioni il 24 novembre a breve tutte le info e il regolamento.

Martedì, 22 Ottobre 2019 05:21 Pubblicato in Ultime notizie

Pastorano, 20 Ottobre 2019 a cura di Domenico D'Amore. Una bella domenica, la penultima di Ottobre, vissuta in occasione della 93°  Giornata Missionaria  Universale nel vivo del mese missionario straordinario voluto da Papa Francesco e della nostra più vicina “Mission Cup” .

Una giornata intensa, caratterizzata dalla presenza di padre Pandri,  missionario saveriano già conosciuto dalla nostra comunità , a cui Don Marco ha lasciato presiedere la celebrazione della santa  la messa.  Non sono passati inosservati i simboli racchiusi in uno “zaino Missionario” posto ai piedi dell’altare; in esso era contenuto l’essenziale, come ha poi spiegato nella sua omelia, sottolineando le differenzae tra un missionario e un turista: entrambi sono in giro per il mondo, ma il primo, accompagnato dal vangelo, porta a conoscere la parola e i valori Cristiani nel mondo, a differenza di altri che sono solo “Visitatori “

Ad arricchire la domenica, la presenza  degli amici del Rotary Club Salerno Est che, in collaborazione con  il circolo Canottieri Irno di Salerno hanno organizzato una originalissima giornata di sensibilizzazione alla pratica sportiva, per avvicinare i giovani al canottaggio, portando appunto il “Canottaggio in Collina”, nel nostro Oratorio.

Al termine della celebrazione, i presenti si sono spostati nell’aria del Centro Sociale dove preventivamente sono stati predisposti due remoergometri in grado di simulare la tecnica del canottaggio. Dopo i  saluti e ringraziamenti di Don Marco che ha sottolineato come lo sport possa alimentare i valori della solidarietà e della condivisione, il professore Gigi Galizia del circolo canottieri ha presentato tre atleti, tre ragazzi speciali  con seri problemi di vista, ma che non hanno rinunciato alla pratica sportiva; per esempio Marta, unica donna in Campania ad aver partecipato al Campionato Italiano per disabili, Federico, con un futuro da istruttore, oppure Stefano, uno ei più giovani atleti  a praticare questa disciplina.

Insieme ai nostri giovani, hanno prima illustrato e poi fatto provare l’emozione di vogare come se lo si stesse facendo in mare, pur essendo fermi su un parque!

Una missione nella Missione dunque, come ha poi sottolineato il presidente del Circolo Rotary Carmine Nobile che unitamente al vicepresidente Antonio Brando hanno rinnovato l’impegno e il sostegno alla nostra realtà, ringraziando per dare loro la possibilità di  “essere Rotary”.

A coronare una bella domenica in “Missione”, è arrivato anche l’invito del nostro caro Pietro Rossini che con forti  sentimenti di gioia ed emozione al pari dei nostri,  annuncia la sua Consacrazione definitiva al Signore il prossimo 05 Novembre.

 

Design by Alessandro Paolillo
Copyright © 2013 JoomlaPlates.com