Vincenzo Salsano

Vincenzo Salsano

I giovani, sciolgono i nodi

Giovedì, 26 Luglio 2018 09:39 Pubblicato in Ultime notizie

Santa Maria di Castellabate 25 Luglio 2018.  Il profumo della spuma del mare, le orme dei gabbiani sulla sabbia umida e un gruppo di ragazzi che sciolgono nodi recitando il Rosario, non credo sia una scena tanto facile da scorgere sulle nostre spiaggie.  "Mi chiamate domani mattina quando venite a pregare, perché  mi piace quello che fate" cosi una signora quando ci saluta con tristezza perché stiamo andando via. Testimonianza che il bene vince sempre l'indifferenza delle menti. Una bella testimonianza, tra i nostri limti, ma con l'amore incondizionato verso Gesù e la sua misericordia.  Dopo il primo momento vissuto sulla spiaggia con la preghiera del corpo e il rosario a Maria che scioglie i nodi, tutti in casa per la colazione.  L'incontro con le nostre aridità, portate alla luce dal brano del Vangelo di Luca 13,6-9 "Il fico sterile", segnano il momento della catechesi che impegna i ragazzi in un incontro molto fruttuoso.  La preparazione e la consumazione del pranzo porta allegria e spensieratezza prima del riposo pomeridiano.  La celebrazione eucaristica apre le  attività del pomeriggio, prima dei giochi tutti insieme e della cena.

Gran finale con la caccia al tesoro del mare alla ricerca della conchiglia perduta che vedrà prevalere  la squadra delle "vele" che volano, con il vento in poppa, in testa alla classifica provvisoria.  Domani giorno nodale, ma questa è tutta un'altra storia.

Per sua stessa ammissione, Davide Oriente è l'atleta  di Cristo del giorno.   Speriamo bene.  Di seguito alcune foto della giornata.

Orme sulla sabbia

Mercoledì, 25 Luglio 2018 11:13 Pubblicato in Ultime notizie

Santa Maria di Castellabate 25 Luglio 2018. Prendendo spunto dalla nota riflessione: "orme sulla sabbia", come si evince dalla foto di apertura, i nostri ragazzi hanno iniziato la seconda giornata di ritiro estivo. Dopo la preghiera del corpo effetuata da Mena e la prima riflessione di don Marco, tutti insieme abbiamo sperimentato cosa significa prendere in braccio l'altro e condurlo per sentieri sicuri.

Dopo la colazione seconda meditazione, tenuta da don Vi, su Mt 8,18.22. [...] il figlio dell'uomo non ha dove posare il capo[...] Seguimi [...]. L'invito a passare all'altra riva senza paura di andare controcorrente, l'invito a lasciare le proprie tranquillità per mettersi in gioco, la fatica per seguire Gesù e il suo insegnamento.  La voglia di fidarsi.

Quanti spunti e quanto dialogo in queste ore di meditazione e ascolto. Un confronto che arricchisce, che si snoda tra persone che accettano la voce dell'altro e che si mettono in discussione.

Poi una delle novità quest'anno. I ragazzi, a turno, sono chiamati a fare la spesa e poi a cucinare quanto da loro deciso. Divisi in tre squadre con simboli prettamente marinai: timoni, stelle di mare e le vele, sono pronti a darsi battaglia anche tra i fornelli.

Ha iniziato la squadra "stelle di mare" con piatti saporiti e ben presentati.

Ovviamente non vogliamo formare dei maghi dei fornelli ma solo avere fiducia in loro in tutto quello che fanno, responsabilizzarli e introdurli in un mondo dove i valori a volte vengono scambiati per negatività e dove il relativo prende forma nel cuore dell'uomo.

Di seguito le foto del giorno che racchiudono tutto quanto fatto.

A proposito c'è stato anche il doppio bagno e  la libera uscita di Cenerentola... qualcuno ha detto che siamo diventati troppo teneri!

 

Campo giovani... dove mi colloco

Martedì, 24 Luglio 2018 10:32 Pubblicato in Ultime notizie

Marina di Santa Maria di Castellabate (Sa), 23 Luglio 2018. C'è un campanile che aspetta sempre, in ogni luogo, cuori intrepidi che amano andare controcorrente.  Inizia anche quest'anno all'ombra di un campanile il campo giovani  2018.  Cambia la location, non più Acerno ma Castellabate, il mare per divenire pescatori, per provare a navigare e dominare le onde della vita avendo al timone Gesù e il suo insegnamento, per sapere dove collocarci, dove posizionare i nostri volti.  Cinque giorni per scoprirlo, cinque giorni per mettersi in gioco, cinque giorni per passare all'altra riva.

Tante le novità, perché abbiamo voglia di cambiamenti, di testimoni, di belle realtà che si donano.

La partenza, lasciare a casa gli affetti, i legami.

L'arrivo,  in un luogo non conosciuto, l'ignoto, la voglia di scoprire.

La sistemazione in camera, condividere con gli altri.

Le regole, le guide, la preghiera e la catechesi viatico per sciogliere bene le vele e navigare senza paura.

Nel primo  giorno abbiamo raccontato di dove sono,  dove voglio arrivare e come arrivarci.

Sulla lavagna magnetica ci sono 22 volti: don Marco Raimondo; chi scrive don Vincenzo diacono permanente con mia moglie Mena e  loro 19 cuori, 19 personalità, 19 nuovi figli da seguire.

Il primo momento di spiritualità è legato alla Divina Misericordia, la recita della coroncina.

La prima meditazione tenuta da don Marco "Erano pescatori", la prima chiamata,  cambiare  il proprio nome, rivivere la scena e trovare il proprio posto.

Il deserto come meditazione ha preceduto la celebrazione Eucaristica. Poi la formazione delle squadre, la cena insieme sotto le stelle in riva al mare e per concludere la parte più bella, la preghiera della notte sulla spiaggia, tra il mare, le onde la sabbia e i pensieri che ci portano in alto.

Solo per gente che va controcorrente.

Bravi ragazzi

 

 

 

 

Vinciamo tutti se uniti nell'amore di Gesù

Domenica, 22 Luglio 2018 13:43 Pubblicato in Ultime notizie

E alla fine Vincono Tutti!!! Lo avevamo detto e ribadito già prima che cominciassero le finali di tutte le fasce e 1 è stato.... In questa edizione è stato molto bello, per i bambini e gratificante per gli organizzatori, avere una presenza molto costante dei sacerdoti delle varie realtà che hanno partecipato, con don Wenceslao a dare qualche calcio d'inizio e don Marco a fare le corse per essere con noi il più possibile. In campo si è visto molto agonismo, dai piccoli ai grandi ma nel più dei casi corretto e leale. Abbiamo apprezzato squadre venute da lontano come San Leonardo, che ha portato a seguito un intera comunità a tifare e a godersi queste serate nel nostro oratorio e ci auspichiamo che il rapporto con loro sia sempre più collaborativo. Abbiamo apprezzato le squadre della nostra Parrocchia come A Volo Team di Cappelle e N.S di Lourdes boys che si sono distinte per un gioco corretto e un comportamento dignitoso. Abbiamo gioito nel vedere gli atleti della fascia "bambini" di San Felice, Ogliara e San Leonardo(che ottengono il 1st posto) correre dietro ad un pallone come se fosse una torta. Questi ultimi ci hanno insegnato moltissimo... Hanno pianto per una sconfitta, per una svista arbitrale o per aver giocato di meno rispetto ad altri ma, alla fine, sono stati tutti felici di ricevere un premio, una coppa e un ricordo di questi tornei.. È doveroso elogiare ancora gli atleti che, indossando la maglietta dell'oratorio "Via, Verità e Vita", ne hanno onorato la storia e i colori... Si sono fatti coinvolgere nell'organizzazione così come nella manutenzione del campo e hanno preso parte con spirito di abnegazione sia al torneo di calcio che a quello di pallavolo senza badare al risultato finale!! Tra la fascia "ragazzi" il primo posto è andato alla compagine di San Mango mentre per i grandi l'onnipresente Real Brignano sale sul gradino più alto del podio regalandoci un mix di belle giocate e tanti gol. Tra le fila di questi ultimi anche il Miglior Portiere Vincenzo mentre il Miglior Giocatore è stato il bomber della squadra di casa Alberto... E poi il premio più importante, assegnato alla squadra più corretta e silenziosa in campo e che risponde al nome di Sporting Rufoli. Una squadra che ha accettato le decisioni arbitrali senza obiettarle così come ha accettato la sconfitta, onorando il torneo fino all'ultimo secondo... Un grazie infinite agli Arbitri che si sono calati nella competizione, donandoci il loro tempo e che hanno avuto il loro ben da fare!! C'è stata un'altra partita poi giocata fuori dal campo. La partita della squadra della Cucina che in tutte le serate è uscita vittoriosa, con fatica ma gratificata dai complimenti degli spettatori. Altro aspetto del torneo sono state le critiche. Riteniamo che aiutano a migliorarsi e che vanno incamerate in ogni caso, costruttive e non. Di sicuro non siamo stati perfetti ma abbiamo messo il cuore in campo al fine di regalare ad atleti e spettatori serate piacevoli nel nostro oratorio... Sperando di non aver omesso niente, e scusandoci in anticipo, vi ringraziamo di cuore per essere stati con noi mettendovi in gioco.... Ora vi aspettiamo tutti alla "Caccia al Tesoro" che organizzeremo per il 25 e 26 agosto, in un esperienza che potrà coinvolgere grandi e piccoli insieme e che a breve vi illustreremo. Grazie ancora a tutti e ricordate che..."Vince Uno...Vinciamo Tutti"

Enzo De Martino

Nelle foto riprese da fb è bello vedere come la squadra di don Antonio Quaranta ha voluto ringraziare Gesù dopo la partecipazione al torneo.

Pronti, partenza e via!!! Domenica 1 luglio inizia la 25th edizione dei tornei estivi che si svolgeranno presso la struttura dell'Oratorio "Via, Verità e Vita" di San Felice... 25 anni di estati trascorse all'insegna del divertimento e dell'amicizia con il semplice obiettivo di stare bene insieme... 25 anni di storia che, grazie ai tanti impagabili precursori della nostra comunità, ci proiettano oggi in un ambiente all'avanguardia e sempre più sicuro per i nostri giovani... Gli atleti di quest'anno, provenienti da Brignano, Cappelle, Rufoli, San Leonardo, Matierno, San Mango e Ogliara, saranno accolti in spazi ancora più attrezzati grazie allo straordinario lavoro di squadra fatto da tante componenti... Un lavoro che dimostra ulteriormente che chi di prodiga per il nostro Oratorio ne ha semplicemente a cuore le sorti... Tutte le serate del torneo, poi, saranno allietate da un punto ristoro sempre più fornito e pronto a saziare i vostri palati e pertanto, già da ora, ringraziamo tutto lo staff del bar.... Tornando alle gare di domenica 1 luglio, alle 19:00 ci sarà l'accoglienza, la sfilata delle squadre e la benedizione dei nostri "don"... Alle 19:30 circa, gara tra le nostre squadre 2012-2007 e a seguire amichevoli tra le squadre delle altre fasce... Un grazie anticipato a tutti voi per il calore che saprete darci e ai nostri ragazzi per il modo in cui si rendono sempre più partecipi nell'organizzazione di questo evento.... Vi aspettiamo!!!!

Enzo De Martino

Corpus Domini 2018

Lunedì, 04 Giugno 2018 05:44 Pubblicato in Ultime notizie

Pastorano, Matierno e Cappelle Corpus Domini 2018.

Dall'omelia del Santo Padre: "Una festa di popolo Il Corpus Domini (Corpo del Signore), è sicuramente una delle solennità più sentite a livello popolare. Vuoi per il suo significato, che richiama la presenza reale di Cristo nell’Eucaristia, vuoi per lo stile della celebrazione. Pressoché in tutte le diocesi infatti, si accompagna a processioni, rappresentazione visiva di Gesù che percorre le strade dell’uomo. "

Una solennità molto sentita che ha visto partecipe tutte le parrocchie della nostra comunità, anche quest'anno il Santissimo Sacramento attraversa il manto di fiori che abbiamo realizzato in suo onore.
Come ogni anno , dedichiamo tempo per mettere in opera il dono che facciamo a Nostro Signore, accompagnato dalla preghiera di farci vivere questo giorno, con l'amore che solo lui può donarci.
Ringraziamo tutti coloro che di anno in anno ci sostengono , tutte le signore che ci aiutano e Don Marco che ci guida spiritualmente e ci sprona ad andare avanti e fare sempre meglio.

Annalisa De Martino e Serena Santucci.

di seguito le foto che raccontano i preparativi e la giornata di domenica di Serena Santucci, Mimmo D'Amore, Annalisa De Martino e Paola CAstellano. 

Santa Rita intercedi per noi

Mercoledì, 23 Maggio 2018 05:17 Pubblicato in Ultime notizie
Cappelle, 22 Maggio 2018. Santa Rita intercedi per noi presso il Padre Celeste affinchè le lacrime dei nostri cuori si trasformino in sorrisi secondo il tuo volere. Questo il pensiero che ha accompagnato la processione pregante e devota che ieri dopo l'adorazione eucaristica e la messa per santa Rita ha attraversato il piazzale della nostra chiesa di san Giovanni e il campetto adiacente per portare sollievo a tutti i sofferenti nel corpo e nello spirito della nostra comunità.
  
Ora una breve biografia di Santa Rita curata per noi da Titty La Marca. 
 Nasce a Roccaporena a Cascia nel 1381 figlia unica, voleva consacrarsi a Dio ma i suoi genitori la fecero sposare a un giovane di buona volontà ma dal carattere violento., dopo l’assassinio del marito ebbe odio dei parenti, che con fortezza riuscì a rappacificare. Rimasta vedova fu accolta dentro un monastero Agostiniano per  l’intercessione di tre santi da lei invocati cosi la madre superiora l’accolse.  Mori il 22maggio 1457 venne beatificata da Urbano  VIIII nel 1627 il 24 maggio dal 1900 dal papa Leone viene invocata per il perdono e paciera di Cristo.
 

Caritas Zonale: insieme è meglio

Mercoledì, 16 Maggio 2018 06:28 Pubblicato in Ultime notizie

Matierno 15 Maggio 2018.  Le donne nei Vangeli, il loro amore per Gesù e per l'umanità.  Il loro desiderio di carità e ascolto che si trasporta fino ai giorni nostri, nei nostri centri d'ascolto, nei nostri quartieri e nella nostra vita personale.  Questo il tema portato avanti in quest'anno di formazione per i volontari della Caritas Zonale Salerno Ovest, che comprende le frazioni di Matierno-Pastorano-Cappelle, Brignano, Fratte, Ogliara, San Paolo rione Petrosino e Santa Maria della Consolazione via Valerio Laspro. Gli incontri che si sono svolti a rotazione in tutte le comunità coinvolte sono stati diretti dal diacono referente della zonale don Vincenzo Salsano.

Ieri sera l'incontro finale incentrato su Maria donna dei giorni nostri, esempio di modestia e umiltà. Maria donna coraggiosa, come tante nostre donne e mamme alle prese con le fatiche di portare avanti la famiglia tra impedimenti e sacrifici. Maria donna della comunicazione e viatico perfetto per vincere l'incomunicabilità anche con le persone più care. Maria, donna del silenzio, che ci insegna che solo nel silenzio maturano le cose grandi della vita: la conversione, l'amore, la voglia di rinascere.  Maria dolcissima Madre che ci porta per mano a comprendere il mistero dell'Eucarestia. 

A fine incontro abbiamo lascito un fiore a Maria con la promessa di lasciare ai suoi piedi un nostro piccolo neo, una nostra piccola pena, un nodo che ci stringe il cuore.  Abbiamo preso simbolicamente un fiore di legno con la consapevolezza che Maria, donna senza tempo, accompagnerà sempre i nostri passi. 

Gli incontri di quest'anno hanno trattato le donne dei vangeli seguendo lo schema sotto riportato:

 Punti di forza le catechesi e le lectio divine, ma anche i momenti vissuti insieme per le varie Celebrazioni Eucaristiche.

Un grazie a tutte le volontarie e in particolare ai sacerdoti che con amore per la carità e trasporto unico verso il prossimo hanno favorito, invogliato e incoraggiato a vivere appieno di questi momenti comunitari.

Grazie a Padre Franco (Fratte), don Marco Raimondo (Matierno-Pastorano-Cappelle), don Rosario Petrone (Brignano), don Pietro Rescigno (Ogliara), don Pasquale Mastrangelo (rione Petrosino) e don Marco Russo (direttore Caritas Diocesana e parroco Santa Maria della Consolazione).

Ti auguro un'oasi di pace

La strada vi venga sempre dinanzi
e il vento vi soffi alle spalle
e la rugiada bagni sempre l'erba
cui cui poggiate i passi.
E il sorriso brilli sempre
sul vostro volto.
E il pianto che spunta
sui vostri occhi
sia solo pianto di felicità.
E qualora dovesse trattarsi
di lacrime di amarezza e di dolore,
ci sia sempre qualcuno
pronto ad asciugarvele.
Il sole entri a brillare
prepotentemente nella vostra casa,
a portare tanta luce,
tanta speranza e tanto calore

Don Tonino Bello, vescovo

 

riciclo e mi diverto

Lunedì, 14 Maggio 2018 06:19 Pubblicato in Ultime notizie

Pastorano 14 Maggio 2018. Nel lungo ponte di fine Aprile, nel teatro dell'oratorio della chiesa di San Felice , è stato organizzato un laboratorio di riciclo creativo per bambini.

Con grande entusiasmo i piccoli artisti si sono cimentati a " fare e disfare" , realizzando così dei bellissimi oggetti decorati con tanto gusto e divertimento.
Nei loro occhi , soprattutto dei più piccoli c'è stata tanta allegria, hanno imparato che da cose vecchie , in disuso, possono nascere nuovi oggetti che sono stati arricchiti con la loro fantasia.
Ma la cosa più bella è stata vederli disegnare, essere contenti di farlo , ognuno si è espresso in modo diverso, ma condividendo lo stare insieme ed aiutandosi l'un con l'altro.
Grazie a Don Marco per aver appoggiato la mia iniziativa e a Pina e Daniela, amiche di avventure benefiche come questa, ma soprattutto grazie ai genitori che ci hanno affidato i loro figli confidando in noi.
Stamattina, dopo la Santa messa,  è stato allestito un piccolo banchetto , dove i nostri parrocchiani hanno contribuito con i loro acquisti a dare, non solo una gratificazione ai nostri piccoli artisti, ma a donare un ulteriore contributo per il rifacimento delle giostrine.
Grazie di cuore a tutti , sperando di poter rivivere al più presto momenti di spensierata creatività.
 
Annalisa De Martino

Ritiro bambini Prima Comunione

Lunedì, 07 Maggio 2018 19:24 Pubblicato in Ultime notizie

Pastorano 7 Maggio 2018.  Il mondo dei bambini: gli affetti, le sicurezze, il gioco, la voglia di crescere e di scoprire orizzonti nuovi. Abbiamo cercato, durante questo primo ritiro per i bambini di prima comunione, di regalare  loro la sicurezza e la certezza di avere sempre un amico su cui poter contare,  un cuore grande capace di accogliere tutti, di donare affetto, sicurezza, voglia di crescere e di scoprire: un filo bianco e rosso che ci conduce alla bellezza assoluta.

Un ritiro fondato sul gioco finalizzato alla catechesi, sull'importanza della vicinanza con Gesù, sulla bellezza della confessione e dell'Eucarestia. 

Nell'incantevole scenario dell'oratorio di Pastorano i bambini guidati dal parroco don Marco, dal diacono don Vincenzo e dai catechisti hanno dato vita ad un pomeriggio alternativo.  Si alternativo perché la rotta da seguire per giungere nel porto della felicità, è stata tracciata  da punti nodali non negoziabili che molte volte non trovano spazio nella civiltà del consumo e del super io.  Gesù il suo amore per noi, i sacramenti, il rispetto per l'altro, come dialogare in gruppo e la condivisione, punti nodali che a molti potrebbero sembrare frutto di retorica e di sentimentalismo ma che diventano in questo momento storico l'unico mezzo per uscire dalle acque melmose dell'indifferenza.

Il dialogo finale con i genitori, fatto con ferma dolcezza, ha voluto dare una chiara immagine della chiesa che è oggi in Pastorano, Matierno e Cappelle.  Una chiesa che accoglie, che dialoga, che ascolta e che è pronta a soccorrere tutti come un grande ospedale da campo.

Le foto di Serena Santucci e di don Marco danno una chiara visione di quanto fatto con e per i ragazzi

 

Design by Alessandro Paolillo
Copyright © 2013 JoomlaPlates.com