Vincenzo Salsano

Vincenzo Salsano

Venerdì Santo Passione del Signore

Venerdì, 02 Aprile 2021 18:26 Pubblicato in Ultime notizie

Pastorano-Cappelle-Matierno 2 Aprile a cura di don Vi.  "Venuti però da Gesù, vedendo che era già morto, non gli spezzarono le gambe, ma uno dei soldati con una lancia gli colpì il fianco, e subito ne uscì sangue e acqua"... il filo bianco e rosso della Divina Misericordia che si srotola nei secoli per giungere con il suo caldo abbraccio di Padre fino a noi.  Nella giornata del Calvario, della morte della carne, lo Spirito Santo ci regala una congiunzione di santità; ricorre, infatti,  oggi l'anniversario della rinascita in cielo di San Giovanni Paolo II, per tutti Papa Wojtyla, il Santo della Divina Misericordia.

Anche la nostra comunità ha iniziato questa giornata di  intensa preghiera con la recita alla Divina Misericordia, presenti una nutrita fetta di popola di Dio che in silenzio ha pregato e accompagnato la liturgia del Venerdì Santo.  

Momento intenso e ricco di significato l'atto della prostrazione da parte del clero e l'inginocchairsi sotto "il legno della Croce" pregando e sperando per il bene nel mondo.

Un triduo che inizia nel segno della croce ma con all'orizzonte il sole della Pasqua di Risurrezione.  

Vi aspettiamo.

Di seguito le foto scattate per noi da Rosita Rago.

 

GIOVEDI SANTO (MESSA NELLA CENA DEL SIGNORE)

Venerdì, 02 Aprile 2021 06:53 Pubblicato in Ultime notizie

Pastorano-Cappelle-Matierno, 1 Aprile 2021, a cura di don Vi.  Un’ultima volta che diventa il "per sempre" con voi. Una celebrazione che non è semplice commemorazione di un fatto astratto ma attualizzazione di un accadimento che ha segnato in positivo la vita di ognuno. Gesù entra nella storia, Gesù ci dona l'Eucarestia e il Sacerdozio, pilastri fondamentali su cui poggiare le fondamenta per la costruzione del Regno di Dio già su questa terra. 

Con la processione degli oli santi si è aperta la celebrazione Eucaristica del giovedì Santo o Messa della cena del Signore, nella capiente chiesa di Nostra Signora di Lourdes in Matierno, dove il popolo di Dio presente, in maniera ordinata e attenta nel rispetto delle norme vigenti in materia di Covid, è stato portato per mano a rivivere uno dei momenti più importanti del nostro essere cristiani: l'instaurazione dell'Eucarestia e del Sacerdozio.

La celebrazione ha avuto momenti di estrema spiritualità in particolare quando, non potendo svolgere la tradizionale lavanda dei piedi ai discepoli, don Marco e don Wenceslao hanno "lavato virtualmente" i piedi a tutte le sofferenze. Su due panche poste sul presbiterio hanno trovato posto dodici confezioni di grano germogliato.  Ognuno rappresentante una criticità, un'opportunità, una certezza di preghiera.  Si è iniziato per il Clero e i Missionari, passando per la famiglia, per i bambini in particolare per quelli che quest’anno riceveranno al prima comunione,  per le donne vittime di violenza, per i bisognosi, per i defunti di quest’anno, per gli ammalati, per i bambini mai nati, per i carcerati, per i separati, per gli atei e i lontani e per tutte le intenzioni che abbiamo nel cuore e per chi si è affidato alle nostre preghiere.

Per ogni intenzione, questi "mattoncini" di grano germogliato, andavano a riempire la croce di legno posta ai piedi dell'altare. 

A fine Messa ognuno si è fermato per pregare in silenzio e raccoglimento.

Queste le foto di Rosita Rago per voi.

 

 

 

 

 

Metodo ovulazione billings

Domenica, 17 Gennaio 2016 23:38 Pubblicato in Metodo ovulazione billings

Per imparare correttamente il Metodo Billings non si può procedere da autodidatta, nè affidarsi alla lettura di un manuale, ma è necessario rivolgersi ad una insegnante diplomata e abilitata da uno dei Centri Regionali riconosciuti dal Centro di Coordinamento Nazionale (Centro di Studi sulla Regolazione Naturale della Fertilità dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma), affiliato al Woomb International (World Organization Ovulation Method Billings).

Percorso per coppie

Sabato, 16 Gennaio 2016 19:17 Pubblicato in Percorso per coppie
"L’amore coniugale rivela massimamente la sua vera natura e nobiltà quando è considerato nella sua sorgente suprema, Dio,che è "Amore", che è il Padre  "da cui ogni paternità, in cielo e in terra, trae il suo nome". Il matrimonio non è quindi effetto del caso o prodotto della evoluzione di inconsce forze naturali: è stato sapientemente e provvidenzialmente istituito da Dio creatore per realizzare nell’umanità il suo disegno di amore".
( Paolo VI, Humanae Vitae)

Forania Salerno Ovest

Parrocchia Santi Felice V.M. e Giovanni B. in Pastorano Salerno

Percorso per giovani coppie

incontrarSI X riscoprirSI

Programma

inizio incontro ore 20.30 fine incontro 21.30

Il VANGELO DELLA RELAZIONE

11 Gennaio  “Due di loro erano in cammino” presentazione corso e compilazione documenti coppie

18 Gennaio 25 Gennaio   

                       “Un amore da custodire e crescere”.

La dimensione psicologica e relazionale della persona

                        Libertà dei singoli e degli sposi;  l’ascolto. Comunicare i propri sentimenti

                       “Io accolgo te ...”

                         Le promesse matrimoniali. Indissolubilità del matrimonio

                        L’amore come dono,  Un amore maturo,  il valore del "per sempre".

Il VANGELO DELL’AMORE Gesù di Nazareth

1 Febbraio “Un film per parlare”…. A Cappelle chiesa di san Giovanni

8 Febbraio Gesù di Nazaret: chi era costui? Presenza obbligatoria con COPPIE DELL’ANNO SCORSO

             La presenza di Gesù nella vita personale e di coppia.

           Una Persona li ha convocati. Chi ha fatto l'esperienza di Gesù vivo e risorto nella propria vita?

           “La Parola di Dio”

             La Bibbia: Una storia d'amore che interpella ogni uomo.

           Fornire qualche elemento per accostarsi alla Parola di Dio e coglierne la ricchezza

           “Questo mistero è grande”

            Il matrimonio come vocazione e sacramento.

          Matrimonio, sacramento per la missione e per la comunione

AGAPE FRATERNA

14 febbraio  San Valentino Messa per i fidanzati a Nostra Signora di Lourdes

15 Febbraio     Pizza insieme

Il VANGELO DELLA VITA (intima comunità di vita e di amore)22 Febbraio    Incontro con i genitori

29 Febbraio   “Glorificate Dio nel vostro corpo” Presenza obbligatoria    

                     Sessualità, il linguaggio del corpo.       

        Cominciare dalle prime pagine della Genesi e, quindi, da Adamo ed Eva come progetto di comunione che Dio ha " fin dal principio " sulla coppia. Sessualità: espressione di comunione

                   “Siate fecondi e moltiplicatevi”

                     Amore e fertilità. La Procreazione Responsabile.

                    La fecondità di coppia vissuta come “amore responsabile”

7 Marzo   METODO BILLINGS presenza obbligatoria

14 Marzo I COMANDAMENTI DELL’AMORE

21 Marzo  “La famiglia soggetto”

                  La partecipazione alla vita della Chiesa e della società

      Famiglia soggetto sociale; sobrietà come stile di vita; solidarietà tra famiglie

                “Sposarsi e restare nel Signore”

                   Scegliere e Camminare nel matrimonio con Cristo

       Matrimonio come scelta consapevole. Le coppie che, una volta sposate, resteranno nel territorio parrocchiale, riceveranno una proposta dagli animatori per continuare il cammino. 

                “E cominciarono a far festa”

                  Rito del Matrimonio e liturgia nuziale

                  Ricchezza del Rito Nuziale illustrato ai giovani. Scelta dei dettagli della liturgia.

LA COPPIA CHE PREGA INSIEME

23 Marzo   liturgia penitenziale in preparazione alla settimana Santa presenza obbligatoria

27 Marzo  ore 11.30 Pasqua di Resurrezione durante la Messa Nostra Signroa di Lourdes Matierno consegna degli attestati con sorpresa finale……

IL CORSO TERMINERA’ CON L’ULTIMO INCONTRO OBBLIGATORIO CON IL RITIRO PARROCCHIALE AD ACERNO RIVOLTO A GIOVANI E FAMIGLIE SARANNO INVITATE A PARTECIPARE ANCHE LE COPPIE DEGLI ANNI PRECEDENTI

Messaggio del Consiglio Episcopale Permanente per la 38ª Giornata Nazionale per la vita (7 febbraio 2016) LA MISERICORDIA FA FIORIRE LA VITA “Siamo noi il sogno di Dio che, da vero innamorato, vuole cambiare la nostra vita” . Con queste parole Papa Francesco invitava a spalancare il cuore alla tenerezza del Padre, “che nella sua grande misericordia ci ha rigenerati” (1Pt 1,3) e ha fatto fiorire la nostra vita. La vita è cambiamento L’Anno Santo della misericordia ci sollecita a un profondo cambiamento. Bisogna togliere “via il lievito vecchio, per essere pasta nuova” (1Cor 5,7), bisogna abbandonare stili di vita sterili, come gli stili ingessati dei farisei. Di loro il Papa dice che “erano forti, ma al di fuori. Erano ingessati. Il cuore era molto debole, non sapevano in cosa credevano. E per questo la loro vita era – la parte di fuori – tutta regolata; ma il cuore andava da una parte all’altra: un cuore debole e una pelle ingessata, forte, dura” . La misericordia, invero, cambia lo sguardo, allarga il cuore e trasforma la vita in dono: si realizza così il sogno di Dio. La vita è crescita Una vera crescita in umanità avviene innanzitutto grazie all’amore materno e paterno: “la buona educazione familiare è la colonna vertebrale dell’umanesimo” . La famiglia, costituita da un uomo e una donna con un legame stabile, è vitale se continua a far nascere e a generare. Ogni figlio che viene al mondo è volto del “Signore amante della vita” (Sap 11,26), dono per i suoi genitori e per la società; ogni vita non accolta impoverisce il nostro tessuto sociale. Ce lo ricordava Papa Benedetto XVI: “Lo sterminio di milioni di bambini non nati, in nome della lotta alla povertà, costituisce in realtà l´eliminazione dei più poveri tra gli esseri umani” . Il nostro Paese, in particolare, continua a soffrire un preoccupante calo demografico, che in buona parte scaturisce da una carenza di autentiche politiche familiari. Mentre si continuano a investire notevoli energie a favore di piccoli gruppi di persone, non sembra che ci sia lo stesso impegno per milioni di famiglie che, a volte sopravvivendo alla precarietà lavorativa, continuano ad offrire una straordinaria cura dei piccoli e degli anziani. “Una società cresce forte, cresce buona, cresce bella e cresce sana se si edifica sulla base della famiglia” . È la cura dell’altro – nella famiglia come nella scuola – che offre un orizzonte di senso alla vita e fa crescere una società pienamente umana. ...

L'amore tra coniugi oltre la morte

Domenica, 17 Gennaio 2016 09:45 Pubblicato in Famiglia

L'amore tra moglie e marito non dura solo "finché morte non vi separi", ma il legame va oltre la dipartita di uno dei due. La scoperta si deve a uno studio Usa pubblicato su Psychological Science, per il quale il legame tra i partner, anche quando uno dei due non c'è più, è tanto forte quanto lo è stato in vita.

 "Le persone alle quali teniamo continuano a influenzare la nostra vita anche dopo essere morte", spiega Kyle Bourassa, responsabile del lavoro e dottorando di psicologia nell'università dell'Arizona. In un lavoro precedente, il team americano aveva trovato prove dell"interdipendenzà tra i coniugi. I ricercatori si sono quindi chiesti se questo legame continuasse anche dopo la scomparsa di uno dei due.

Apostolato della preghiera

Lunedì, 18 Gennaio 2016 11:23 Pubblicato in Gruppi di preghiera

Una Via del cuore al servizio del mondo

Che cos'è l'AdP?

E' un servizio alla Chiesa Cattolica diffuso in tutto il mondo, compatibile con tutti i tipi di associazione e movimenti, che propone la spiritualità del Cuore di Gesù per aiutare tutti i membri della Chiesa e vivere pienamente il Battesimo e l'Eucarestia nello spirito del sacerdozio comune dei fedeli.

L'AdP propone tre impegni fondamentali:

l'offerta quotidiana

la consacrazione

la riparazione

 

Ministri Istituiti

Sabato, 16 Gennaio 2016 19:16 Pubblicato in Parrocchia

Prova de anteprima dell'articolo Ministri istituiti

Diaconi

Sabato, 16 Gennaio 2016 19:14 Pubblicato in Parrocchia

Vincenzo Salsano, sposato con Mena Pizzuti. Padre di Michela, Giulia e Fabiana.

• 10 gennaio 2009 Magistero in Scienze Religiose presso l’istituto di Scienze Religiose San Matteo di Salerno.

• Il 29 aprile 2012, è stato istituito "Lettore" da S.E. Monsignor Luigi Moretti.

• Il 13 gennaio 2013, è stato istituito "Accolito" da S.E. Monsignor Luigi Moretti.

Veglia Diocesana Missionari Martiri 2021, chiesa Nostra Signora di Lourdes in Matierno, a cura di don Vi.

Un elenco di nomi,

di fede continua,

di storie e testimonianze,

di lacrime e speranze,

di anime silenti:

innanzi a chi è UCCISO per testimoniare il Cristo Risorto

c'è solo una cosa da fare:

inginocchiarsi e pregare...

Nell’anno 2020, secondo le informazioni raccolte dall’Agenzia Fides, sono stati uccisi nel mondo 20 missionari: 8 sacerdoti, 1 religioso, 3 religiose, 2 seminaristi, 6 laici.

1.    Padre Jozef (Jef) Hollanders, belga, Missionari Oblati di Maria Immacolata (OMI), morto il 12 gennaio in Sudafrica

2.     Augustine Avertse, nigeriano, Laico, morto il 20 gennaio in Nigeria

3.    Michael Nnadi, nigeriano, Seminarista diocesano, morto il 1° febbraio in Nigeria

    Philippe Yarga, burkinabé, Catechista Laico, morto il 16 febbraio in Burkina Faso

5.     Suor Henrietta Alokha, nigeriana, Sisters of the Sacred Heart (SSH) morta il 15 marzo in Nigeria

6.     Suor Lydie Oyanem Nzoughe, gabonese, Religieuses de Sainte Marie morta il 19-20 marzo in Gabon

7.    Don Oscar Juárez, argentino, Diocesano, morto il 15 luglio in Argentina

8.     Don Ricardo Antonio Cortéz, salvadoregno, Sacerdote Diocesano, morto il 7 agosto a El Salvador

9.     Don Nomer de Lumen, filippino, Sacerdote Diocesano morto il 9 settembre nelle Filippine

10.   Don Roberto Malgesini, italiano, Sacerdote Diocesano, morto il 15 settembre in Italia

11.   Lilliam Yunielka,nicaraguense, Laica, Infanzia Missionaria, morta il 15 settembre in Nicaragua

12.   Blanca Marlene González, nicaraguense, Laica, Infanzia Missionaria, morta il 15 settembre in Nicaragua

13.   Bryan José Coronado Zeledon, nicaraguense, Laico, Pastorale Cristo Joven, morto il 15 settembre in Nicaragua

14.   Don Adriano da Silva Barros, brasiliano, Sacerdote Diocesano, morto il 14 ottobre in Brasile

15.   Padre José Manuel de Jesus Ferreira, venezuelano, Dehoniani, morto il 20 ottobre in Venezuela

16.   Rufinus Tigau, indonesiano, Catechista laico, morto il 26 ottobre in Indonesia

17.   Don Jorge Vaudagna, argentino, Sacerdote Diocesano, morto il 27 ottobre in Argentina

18.   Suor Matilda Mulengachonzi, zambiana, Piccole Serve di Maria Immacolata (LSMI), morta il 25 ottobre in Zambia

19.   Fra Leonardo Grasso, italiano, Camilliani di Milano, morto il 5 dicembre in Italia

20.   Zhage Sil, indonesiano, Seminarista diocesano, morto il 24 dicembre in Indonesia

 

Giovedì 24 marzo alle ore 20.00 si è svolta, presso la chiesa Nostra Signora di Lourdes in Matierno, la veglia diocesana per i missionari martiri presieduta da Monsignor Andrea Bellandi Arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno, con la partecipazione del direttore dell'Ufficio Diocesano Missionario don Umberto D'Incecco, dei padri saveriani di Salerno e di don Marco Raimondo, che ha aperto le porte e il cuore della propria comunità alla realizzazione di questo momento di intensa preghiera.

Essenziali e preziose le parole con le quali monsignor Bellandi ha introdotto la veglia, esortando il popolo di Dio presente a essere missionario anche senza dover necessariamente volare lontano e andare in terra straniera: "Essere missionari molte volte significa esserlo già qui: in casa, in famiglia, sul lavoro e ovunque ci siano relazioni che implicano un coinvolgimento emotivo, ovunque ci siano occhi che si incontrano".

La veglia è iniziata con una preghiera introduttiva e proseguita con la lettura del passo del Vangelo di Luca (Lc 10, 25-37) dopo il quale Monsignor Bellandi ha ricalcato l'importanza della centralità del messaggio cristiano e missionario così come già scritto da Papa Francesco nell’Enciclica “Fratelli tutti”, pubblicata il 3 ottobre 2020.  "[...] Guardiamo il modello del buon samaritano. È un testo che ci invita a far risorgere la nostra vocazione di cittadini del nostro Paese e del mondo intero, costruttori di un nuovo legame sociale. È un richiamo sempre nuovo, benché sia scritto come legge fondamentale del nostro essere: che la società si incammini verso il perseguimento del bene comune e, a partire da questa finalità, ricostruisca sempre nuovamente il suo ordine politico e sociale, il suo tessuto di relazioni, il suo progetto umano" [...] Vivere indifferenti davanti al dolore non è una scelta possibile; non possiamo lasciare che qualcuno rimanga “ai margini della vita”. Questo ci deve indignare, fino a farci scendere dalla nostra serenità per sconvolgerci con la sofferenza umana. Questo è dignità”.

Particolare toccante della veglia è stata l'accensione e la posa ai piedi dell'altare di cinque ceri missionari portati da un sacerdote, dai genitori di Pietro Rossini, da una nonna, da un giovane della comunità e da un operatore socio sanitario.

La veglia è proseguita con la testimonianza del nostro Pietro Rossini da Boston che con un video messaggio ha voluto sottolineare l'importanza della fede e dell'amore verso l'altro in questo particolare momento pandemico mondiale.

La sua voce ha riscaldato il cuore dei presenti, tra i quali quello di nonna Vincenza emozionata ma felice. 

Insieme ai familiari del nostro Pietro era presente tutta la famiglia del gruppo missionario parrocchiale che ha curato insieme ad alcuni giovani della nostra comunità tutta l'organizzazione della veglia che è stata ben armonizzata dal canto della schola cantorum parrocchiale.

Un ringraziamento particolare al servizio d'ordine parrocchiale e a tutti coloro i quali si sono spesi per questo momento di riflessione e preghiera e in diretta con tutta l'Arcidiocesi grazie al collegamento con il sito missionario diocesano.

 Di seguito le foto scattate per noi da Rosita Rago 

 

 

Prima della veglia il nostro Arcivescovo ha voluto visitare il deposito della Caritas Zonale dove da poco si era conclusa la distribuzione mensile di aiuto alle circa 300 famiglie iscritte e divise tra Matierno-Cappelle-Pastorano, Fratte, Brignano e Ogliara.

Ma questa è un'altra storia di ordinaria missionarietà...

 

Design by Alessandro Paolillo
Copyright © 2013 JoomlaPlates.com