Ultime notizie

Ultime notizie (400)

Ultime notizie

Domeniche in... salute

Scritto da Lunedì, 03 Dicembre 2018 09:40

Pastorano 2 Dicembre 2018 a cura di Mimmo D'Amore.

Si è tenuta ieri, presso l’Oratorio “Via, verità e Vita” della Chiesa di San Felice in Pastorano,  la prima giornata “Domenica in Salute”  curata dalla nostra comunità e dal Club Rotary Salerno Est che ha offerto la disponibilità del Dott. Antonio Brando, stimato professionista e socio del Club, per un consulto e la visita gratuita a una quindicina di adolescenti.

Nella prima domenica di Avvento, la prima di una serie di consulti e esami che i medici rotariani metteranno al servizio della nostra comunità, "Una serie di visite mediche che diventano una piccola goccia di solidarietà sociale al servizio della prevenzione, di chi è meno fortunato" come sottolineato da Don Marco durante l’omelia nella messa domenicale che è stata impreziosita da un battesimo e dalla presenza anche di numerosi soci del Rotary Salerno Est.

Durante la cerimonia di apertura, che si è tenuta al termine  della celebrazione della messa, nella sala del teatro dell’oratorio, il presidente Napoli ha così espresso il pensiero dei soci: “L’intento è quello di promuovere l’informazione sanitaria e la prevenzione di alcune patologie e come sia necessario per tutte le età fare il possibile per mantenersi in buona salute, curando l'alimentazione, facendo sport e sopratutto conoscendo le eventuali proprie patologie”.

Durante la presentazione, dopo i saluti di Don Marco, ci sono stati gli interventi  tra gli altri del Dott. Antonio Brando, Urologo,  che nello specifico ha spiegato l’importanza  della prevenzione e del monitoraggio di eventuali problematiche già in età adolescenziale, come, per esempio, una semplice varicocele può compromettere la fertilità futura del paziente.

La cerimonia si è conclusa con l’intervento degli ex presidenti Parisi e Vairo che hanno consegnato gli attestati di operatore BLS-D ai ragazzi che si sono formati grazie al corso organizzato nella nostra comunità, sempre con l'aiuto dei Rotary, che hanno donato anche un defibrillatore, per la sicurezza e la tranquillità delle persone che usufruiscono dei tanti servizi dell'oratorio.

Una bella giornata di vita comunitaria e di comunione sinergica con il club Rotary Salerno Est che va a sancire una proficua collaborazione sempre finalizzata al bene dell'uomo.

A fine cerimonia, grazie alla splendida giornata di sole, i soci del Rotary, si sono fermati negli spazi oratoriali e grazie al clima accogliente e tranquillo hanno sottolineato più volte la gioia di condividere in semplicità, cordialità e accoglienza le ore trascorse con la nostra comunità.

Anche questo, fa bene alla Salute!

Pastorano-Cappelle-Matierno 01/02 Dicembre 2018. 

Avvento tempo di attesa per qualcosa che accadrà indipendentemente dalla nostra volontà, ma dove la nostra comunità  si prepara con fermento, ardore, fede, speranza e da una vera vena di carità cristiana che tutto copre e tutto risana. 

Tra sabato e domenica, tutti uniti al nostro pastore don Marco Raimondo, nelle tre chiese si è vissuto in modo sinergico la prima domenica di Avvento.  Seguiremo nelle foto e nei racconti di Andrea Minella, Luca Scovotto e Mimmo D'Amore come la comunità ha partecipato alle tre messe dedicate.  Domani invece daremo ampio spazio alla bellissima iniziativa “Domenica in Salute” curata insieme al club Rotary Salerno Est che ha offerto la disponibilità del Dott. Antonio Brando, stimato professionista e Socio del Club, per  un  consulto  e la visita gratuita a una quindicina di adolescenti.

Veniamo al racconto sinergico delle tre chiese dal riassunto degli scritti e dalle foto inviati da Andrea Minella, Luca Scovotto e Mimmo D'Amore.

Un fermento di fede, un fuoco che arde nella preghiera e nella verità, continuando nella tradizione con la dodicina dedicata all'Immacolata a Cappelle ogni mattina alle ore 06.00, alle prove del coro dei piccoli a Matierno, nei preparativi a Pastorano per il Natale e la casa di babbo Natale a Cappelle, passando per il SS Rosario del 2 del mese, al gruppo giovani e al corso pre matrimoniale, non dimenticando la scuola di preghiera con le nostre preziose amiche della Pro Sanctitate e al centro l'adorazione del primo venerdì con la cura spirituale per i nostri ammalati e il centro di ascolto sempre aperto alle esigenze di un territorio martoriato e a volte abbandonato.

Tutto questo e altro il nostro prezioso don Marco sta portando avanti con amore e umiltà.

Con la prima domenica di Avvento si apre un mese che vedrà coinvolta la nostra comunità in iniziative che si svolgeranno in tutte e tre le comunità senza sovrapporsi, dando modo a tutti di partecipare in spirito di comunione e fratellanza.

Identico il segno nelle tre chiese, all'insegna dell'entusiasmo e della voglia di pedalare e migliorare. 

Tutti i bambini hanno fatto un cartellone dove ogni domenica sarà aggiunto un particolare per far si che la nostra bici da corsa raggiunga con gioia, fede, speranza e carità l'ambito traguardo della preghiera che risana e che riporta in vita.

Nella prima domenica abbiamo aggiunto un gonfietto, per dire: "Ero a terra e la preghiera, la vicinanza con Gesù, la comunione tra noi mi fa ritornare pimpante, con entusiasmo, spirito di iniziativa e intraprendenza".

Nelle tre messe don Marco ha domandato ai bambini presenti, ma anche agli adulti, cosa li entusiasmava.  Le risposte variegate ma con al centro sempre il messaggio del Vangelo: La voglia dell'incontro con l'altro che risana e che fa gioire.

A Matierno Don Marco, ha benedetto il presepe realizzato dall'oratorio (ideato diversamente rispetto all'anno scorso con un'aggiunta oltre alla grotta di un piccolo paesaggio) mentre i bambini in coro hanno cantato "Tu scendi dalle stelle", dando un saggio della loro bravura e preparazione (provano due volte a settimana con i loro animatori) in vista del giorno 27 Dicembre dove ci sarà un vero e proprio concerto di Natale.

Che dire più? La comunità non è mai stata così viva, così unita e così vogliosa di seguire il proprio pastore.

Di seguito le foto 

 

 

 

 

Tornei dell'amicizia a Matierno

Scritto da Martedì, 27 Novembre 2018 10:39

Matierno, 27 Novembre 2018.  I nostri tornei di Andrea Minella.

Ad un mese esatto dall'inizio della prima partita dei tornei di Fifa 19 e di scopone, siamo giunti, tra entusiasmo e voglia di stare insieme, alla fase finale.

Il torneo di FIFA 19 è arrivato agli ottavi di finale.  Il torneo è stato ricco di sorprese, una in particolare, quella della presenza del piccolo Milosc che ha avuto diritto di accedere agli ottavi  come migliore quarta squadra.

Si disputerà, invece, giovedì l'altra semifinale del torneo di scopone, che vedrà sfidarsi Martina e Rosa contro Vittoria e Gianmarco. La vincente sfiderà in finale i già qualificati: Luzzi Cristian e Landi Carmela.

Possiamo ritenerci tutti soddisfatti, partecipanti ed organizzatori, un mese trascorso insieme ai ragazzi dove non sono mai mancati momenti di pura allegria e felicità, tenendo ben presente il motto, adattato per l’occasione: “l'importante non è vincere e neanche partecipare, ma stare insieme divertendosi”.

La cosa più bella che ci ha fatto gioire è stata quella di vedere ragazzi, bambini e adulti venire in oratorio ad assistere alle gare sia di play station che di scopone. Una felicità per tutti gli animatori e in particolare per le signore che hanno preparato tante cose buone per tutti.  I ragazzi, entusiasti di questo nuovo modo di stare insieme interagendo senza forzature, già chiedono quale sarà il prossimo evento dedicato a loro e noi, con orgoglio e fatica guidati dal nostro sacerdote don Marco Raimondo, stiamo già lavorando e già domenica ci sarà dopo la celebrazione eucaristica delle 11.30 un'anticipazione molto corposa.

Infine voglio ringraziare tutti i miei amici/colleghi/animatori  che fanno sì che questa realtà sia sempre più grande.

Vestizione ministranti

Scritto da Martedì, 27 Novembre 2018 06:55
Cappelle, 24 Novembre 2018 di Rosita Rago.  
Oggi la nostra Parrocchia è in festa perché alcuni bambini della Chiesa di San Giovanni Battista hanno ricevuto la tarcisiana e il mandato da parte del parroco don Marco per essere al servizio della comunità. 
I bambini hanno promesso di impegnarsi con l'aiuto sia dei genitori che delle responsabili.
Tutto si è svolto durante la Santa Messa. 
Ringraziamo i genitori di aver collaborato con noi per far si che questo giorno sia ricordato dai bambini che si sono impegnati ad amare sempre Gesù.
Chi sono i santi di riferimento per i ministranti?
San Tarcisio, un giovane cristiano di una delle prime comunità di Roma, che si rese disponibile a portare l’Eucaristia ai suoi fratelli in prigione a causa delle fede e che venne insultato e ucciso dai suoi coetanei pagani. Un altro modello e patrono del ministrante/chierichetto è san Domenico Savio, un ragazzo che visse nel secolo scorso, che portava nel cuore il sogno di fare della sua vita un dono a Dio e ai fratelli: egli conobbe un altro grande santo, San Giovanni Bosco, che aiutandolo a scoprire la sua vocazione lo accompagnò anche nel momento della partenza per il cielo in giovane età.
 

Diamoci una scossa

Scritto da Lunedì, 26 Novembre 2018 07:04

Pastorano, 25 Novembre 2018 di Mimmo D'Amore. Si è svolto ieri, presso l’Oratorio “Via Verità e Vita” della Chiesa di San Felice in Pastorano, il corso teorico pratico di “Esecutore BLS-D”, che ha consentito ai partecipanti, tutti impegnati nelle varie attività parrocchiali, di conseguire l’attestato rilasciato dal Centro di Formazione Croce S.Andrea di Amalfi, ente regolarmente accreditato alla Regione Campania.

Il corso è l’ultimo atto del progetto cofinanziato dai Circoli Rotary di Salerno sinergicamente agli sforzi della comunità guidati dal Parroco Don Marco Raimondo che ci ha consentito tra l’altro, di avere in dotazione presso il nostro oratorio un defibrillatore di ultima generazione il cui utilizzo è consentito solo alle persone abilitate e preventivamente formate.

Il docente responsabile del corso, Riccardo Fratti, disponibile ed efficace nel seguire le linee guida internazionali previste, ha istruito i presenti sulle elevate possibilità che si hanno di salvare una vita umana in seguito a un arresto cardiopolmonare, ovvero l’arresto improvviso della funzione di pompa del cuore con il conseguente blocco dell’ossigenazione dei tessuti.  Quando il flusso sanguigno e/o la respirazione si ferma, anche i secondi acquisiscono un’importanza fondamentale nella prevenzione di un danno celebrale permanente o addirittura fatale. Si sono acquisite  nozioni teoriche ed esercitazioni pratiche trattando le manovre di rianimazione, il massaggio cardiaco e l’utilizzo del defibrillatore, la posizione laterale di sicurezza e la manovra di disostruzione di Heimlich; sempre più spesso purtroppo, si sentono casi di bambini o adulti rimasti soffocati a causa di corpi estranei; fondamentale in questi casi eseguire questa manovra, che consiste nel esercitare delle spinte addominali al fine di espellere naturalmente l’ostruzione che provoca il soffocamento.

Una mattinata intensa e stimolante, “interrotta” solo dal saluto di Don Marco, Don Wenceslao e del nostro diacono Don Vincenzo, soddisfatti come tutti di essere alla guida di una comunità che lavora operosamente e che non trascura la sicurezza nelle realtà che negli anni crescono e si migliorano anche in termini di prevenzione.

Ritiro d'Avvento coro parrocchiale

Scritto da Venerdì, 23 Novembre 2018 07:10

Cappelle 22 Novembre 2018 memoria liturgica di Santa Cecilia.  «Una sera d’inverno compivo come al solito il mio piccolo servizio, […] a un tratto udii in lontananza il suono armonioso di uno strumento musicale: allora mi immaginai un salone ben illuminato tutto splendente di ori, ragazze elegantemente vestite che si facevano a vicenda complimenti e convenevoli mondani; poi il mio sguardo cadde sulla povera malata che sostenevo; invece di una melodia udivo ogni tanto i suoi gemiti lamentosi […]. Non posso esprimere ciò che accadde nella mia anima, quello che so è che il Signore la illuminò con i raggi della verità che superano talmente lo splendore tenebroso delle feste della terra, che non potevo credere alla mia felicità». Con questa frase, estrapolata dall'esortazione apostolica Gaudete et Exsultate di Papa Francesco di S. Teresa di Gesù Bambino, possiamo sintetizzare il lavoro di catechesi svolto dal coro parrocchiale che ieri sera si è ritrovato a Cappelle presso la chiesa di san Giovanni per il consueto ritiro di Avvento.  Presenti tutti i rappresentanti delle tre chiese della comunità che hanno lavorato sull'Esortazione di Papa Francesco. 

Di seguito le foto di Rosita Rago.

corso per ESECUTORE BLS-D

Scritto da Giovedì, 22 Novembre 2018 07:11
Pastorano Corso per esecutore BLS-D, di Mimmo D'Amore. Domenica 25 Novembre 2018 è stato organizzato, a completamento del progetto cofinanziato dai Circoli Rotary di Salerno, il corso per ESECUTORE BLS-D che consentira' ad alcuni ragazzi della nostra parrocchia di formarsi e abilitarsi all'utilizzo del defibrillatore disponibile presso l'oratorio Via Verità e Vita della chiesa di san Felice in Pastorano. Il corso rappresenta un ulteriore sforzo che i volontari della comunità, mettono in campo, per l'adeguamento delle strutture esistenti alle normative di legge, per la sicurezza di tutti coloro che vogliono vivere questa bella realtà. Un grazie di ❤ a chi ci sostiene, perché la vita è un bene troppo prezioso e va tutelata, sempre!

Si può donare

Scritto da Domenica, 11 Novembre 2018 07:47

Riceviamo e pubblichiamo, da parte di don Wenceslao questo scritto di Monsignor Nicodème Anani Barrigah-Bénissan.  

Monsignor Nicodème Anani Barrigah-Bénissan, 48 anni, dal 2008 è alla guida della diocesi di Atakpamé, importante città dell’entroterra togolese, a circa 150 chilometri dalla capitale Lomé. Nel 2009, il presidente della Repubblica, Faure Essozimna Gnassimgbé, gli ha affidato la presidenza della commissione Verità, giustizia e riconcilliazione, con lo scopo di favorire la rinascita civile e democratica del Paese dopo anni di scontri sanguinosi. 

Buongiorno e splendida domenica.
Condivido con voi questo pensiero di Mons Barrigah (perdonate se la traduzione non è perfetta)

"Per conoscere il valore del dono diceva un autore sconosciuto, non bisognerebbe guardare alla quantità donata ma piuttosto a ciò che ci rimane; allo stesso modo, per apprezzare una offerta, ci vuole un esame attento delle motivazioni del gesto perché:

Si può donare a chi reclama,
Si può donare ancha a chi non reclama.
Si può donare sperando di ricevere,
Si può donare anche senza sperare nulla.
Si può donare quello che non ci serve,
Si può donare anche quello che ci è utile.
Si può donare quello che avvilisce l'altro,
Si può donare anche quello che lo eleva.
Si può donare per essere ammirato (a) dalla gente,
Si può donare anche senza essere visto(a)
Si può donare per affermarsi,
Si può donare anche per servire.
Si può donare per orgoglio, per abitudine, per viltà,
Si può donare per amore.
Si può donare per il piacere di donare,
Si può donare come la vedova del Vangelo e donarsi se stesso (a) di di Gesù.

 

In cammino con i Santi

Scritto da Giovedì, 01 Novembre 2018 12:42
In cammino con i Santi di Rosita Rago.
Matierno 31 Ottobre 2018. Andiamo a farci santi... per riscoprire il senso e il dono della cristianità. Quest' anno, per la prima volta, don Marco e il movimento pro santitate, grazie all'aiuto dei catechisti ha organizzato una manifestazione per le famiglie della nostra comunità: in cammino con i Santi. 
Il raduno alle ore 15.00 presso il palazzetto dello sport a Matierno, dove tutti vestiti con il santo prescelto, cantando e pregando abbiamo attraversato le strade del rione suscitando curiosità e gioia nelle persone che abbiamo incontrato.
Alla fine ci siamo ritrovati in oratorio per condividere tutti insieme la merenda.
In serata, altro appuntamento in Chiesa per la veglia di preghiera di Ogni Santi e l'adorazione guidata.
É stato un bellissimo incontro anche perché nei momenti di silenzio abbiamo lasciato che il nostro cuore ci parlasse.
Di seguito le foto di Serena Santucci.
 

Finale Mission Cup... un calcio al silenzio

Scritto da Sabato, 27 Ottobre 2018 07:18

Pastorano 25 Ottobre 2018. Un calcio al silenzio, nel segno di monsignor Romero per insegnare ai nostri ragazzi che solo la Verità ci rende liberi e la strada che porta alla santità è ricca di insidie, piena di tranelli, rivestita di falsa umiltà, ma quando si raggiunge la maturità spirituale tutto cambia e ci rivestiamo di luce nuova. 

Questo il messaggio della rinnovata Mission Cup che da anni accompagna grandi e piccoli di varie realtà parrocchiali vicinorie e non a seguire un percorso di fede grazie anche allo sport.  La cronaca delle partite svolte parlano di un sano agonismo, che non è mai sfociato in diverbi grossolani, di partecipazione costante e di qualche piccola mancanza dovuta più alla giovane età degli atleti che a vere e proprie rinunce. 

La finale tra Rufoli e Cappelle ha segnato la conclusione della MIssion Cup 2018. Vincitrice per 4 a 3 il team di Rufoli che con una prova gagliarda lascia il secondo posto ai ragazzi di Cappelle, premiati con la coppa disciplina.

E' stato bello vedere l'oratorio di Pastorano frequentato da famiglie che in tranquillità hanno passato qualche ora serale grazie anche alle buone condizioni metereologiche. 

Di seguito alcuni scatti di Enzo De Martino e Mimmo D'Amore.

Design by Alessandro Paolillo
Copyright © 2013 JoomlaPlates.com