Ultime notizie

Ultime notizie (392)

Ultime notizie

Comunicare la verità con amore

Scritto da Sabato, 23 Gennaio 2016 15:05

Ed eccoci qui a riflettere, ancora una volta, sul meraviglioso rapporto tra Chiesa e comunicazione. Già, ancora una volta... proprio per sottolineare la continuità nel tempo di un percorso iniziato ben 50 anni fa. Ma andiamo con ordine.

Perché oggi parliamo di Chiesa e comunicazione? Perché ieri, con qualche giorno di anticipo rispetto al consueto 24 gennaio (festa di san Francesco di Sales, patrono dei giornalisti), è stato diffuso il messaggio di papa Francesco per la 50ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali (8 maggio 2016). Il tema, molto evocativo in questo anno giubilare, è "Comunicazione e Misericordia: un incontro fecondo". Da subito, si nota l’intrecciarsi di tre motivi che fanno della Giornata 2016 un’occasione unica e che rendono quell’ancora una volta di una freschezza disarmante.

L’appuntamento del 2016 è, infatti, il 50ª in ordine temporale. Si tratta di una cifra tonda, che rimanda al Concilio Ecumenico Vaticano II e, in particolare, al Decreto sugli strumenti di comunicazione sociale Inter Mirifica (4 dicembre 1963), che al n. 18 ne dichiara l’istituzione. È l’unica Giornata mondiale, quindi, a essere stabilita dal Concilio. Cinquant’anni di storia, con sviluppi imprevedibili a livello sociale, politico, culturale, ma anche e soprattutto tecnologico. Eppure, tutto rimanda al Concilio. Vale la pena ricordare quanto affermato da papa Francesco lo scorso 8 dicembre, giorno di apertura della Porta Santa della Basilica di San Pietro e anniversario della chiusura dell’assise conciliare.

Orario catechismo

Scritto da Sabato, 23 Gennaio 2016 13:16

I catechisti aspettano i nostri ragazzi tutti i sbato dalle ore 15.45...catechisti cappelle

Catechismo Matierno

Scritto da Giovedì, 21 Gennaio 2016 17:46

I catechisti aspettano i nostri ragazzi tutti i martedì alle ore 16.00 e il gruppo ragazzi la domenica alle ore 10.30.

catechismo matierno

 20151029 080306Messaggio del Consiglio Episcopale Permanente per la 38ª Giornata Nazionale per la vita (7 febbraio 2016) LA MISERICORDIA FA FIORIRE LA VITA “Siamo noi il sogno di Dio che, da vero innamorato, vuole cambiare la nostra vita” . Con queste parole Papa Francesco invitava a spalancare il cuore alla tenerezza del Padre, “che nella sua grande misericordia ci ha rigenerati” (1Pt 1,3) e ha fatto fiorire la nostra vita. La vita è cambiamento L’Anno Santo della misericordia ci sollecita a un profondo cambiamento. Bisogna togliere “via il lievito vecchio, per essere pasta nuova” (1Cor 5,7), bisogna abbandonare stili di vita sterili, come gli stili ingessati dei farisei. Di loro il Papa dice che “erano forti, ma al di fuori. Erano ingessati. Il cuore era molto debole, non sapevano in cosa credevano. E per questo la loro vita era – la parte di fuori – tutta regolata; ma il cuore andava da una parte all’altra: un cuore debole e una pelle ingessata, forte, dura” . La misericordia, invero, cambia lo sguardo, allarga il cuore e trasforma la vita in dono: si realizza così il sogno di Dio. La vita è crescita Una vera crescita in umanità avviene innanzitutto grazie all’amore materno e paterno: “la buona educazione familiare è la colonna vertebrale dell’umanesimo” .

Scarica il messaggio completo clicca qui 

 

L'amore tra coniugi oltre la morte

Scritto da Mercoledì, 20 Gennaio 2016 01:49

L'amore tra moglie e marito non dura solo "finché morte non vi separi", ma il legame va oltre la dipartita di uno dei due. La scoperta si deve a uno studio Usa pubblicato su Psychological Science, per il quale il legame tra i partner, anche quando uno dei due non c'è più, è tanto forte quanto lo è stato in vita.

 "Le persone alle quali teniamo continuano a influenzare la nostra vita anche dopo essere morte", spiega Kyle Bourassa, responsabile del lavoro e dottorando di psicologia nell'università dell'Arizona. In un lavoro precedente, il team americano aveva trovato prove dell"interdipendenzà tra i coniugi. I ricercatori si sono quindi chiesti se questo legame continuasse anche dopo la scomparsa di uno dei due.

Metodo-Ovulazione-Billings

Scritto da Mercoledì, 13 Gennaio 2016 08:54

Per imparare correttamente il Metodo Billings non si può procedere da autodidatta, nè affidarsi alla lettura di un manuale, ma è necessario rivolgersi ad una insegnante diplomata e abilitata da uno dei Centri Regionali riconosciuti dal Centro di Coordinamento Nazionale (Centro di Studi sulla Regolazione Naturale della Fertilità dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma), affiliato al Woomb International (World Organization Ovulation Method Billings).

Referenti parrocchiali per Il metodo dell'ovulazione Billings  Vincenzo e Mena Salsano.

Il metodo dell'ovulazione Billings (MOB) è un metodo naturale di regolazione della fertilità, usato dalle donne con l'aiuto del partner, per conoscere la propria fertilità.

Per imparare correttamente il Metodo Billings non si può procedere da autodidatta, nè affidarsi alla lettura di un manuale, ma è necessario rivolgersi ad una insegnante diplomata e abilitata da uno dei Centri Regionali riconosciuti dal Centro di Coordinamento Nazionale (Centro di Studi sulla Regolazione Naturale della Fertilità dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma), affiliato al Woomb International (World Organization Ovulation Method Billings).

Percorso per coppie

Scritto da Mercoledì, 13 Gennaio 2016 13:53
"L’amore coniugale rivela massimamente la sua vera natura e nobiltà quando è considerato nella sua sorgente suprema, Dio,che è "Amore", che è il Padre  "da cui ogni paternità, in cielo e in terra, trae il suo nome". Il matrimonio non è quindi effetto del caso o prodotto della evoluzione di inconsce forze naturali: è stato sapientemente e provvidenzialmente istituito da Dio creatore per realizzare nell’umanità il suo disegno di amore".
( Paolo VI, Humanae Vitae)

Forania Salerno Ovest

Parrocchia Santi Felice V.M. e Giovanni B. in Pastorano Salerno

Percorso per giovani coppie

incontrarSI X riscoprirSI

Programma

inizio incontro ore 20.30 fine incontro 21.30

Padre Pio

Scritto da Mercoledì, 13 Gennaio 2016 06:52

 La missione

 I Gruppi di Preghiera, sorti per l’intuizione di Padre Pio da Pietrelcina in  vista dei bisogni spirituali della nostra epoca, intendono cooperare alla  realizzazione del Regno di Dio, secondo l’insegnamento di Gesù, che ha  ripetutamente insistito sulla necessità della preghiera e ce ne ha indicato il  modo.  Essi intendono agire in obbedienza ai ripetuti inviti in tal senso lanciati dai Sommi Pontefici e dalla Gerarchia, secondo la tradizione mirabilmente espressa dai Concili Ecumenici, e specialmente dal Concilio Vaticano II. I Gruppi si propongono di seguire i principi generali della spiritualità francescana di Padre Pio: adesione piena e incondizionata alla dottrina della Chiesa Cattolica, guidata dal Papa e dai Vescovi. Obbedienza al Papa e ai Vescovi, di cui è portavoce all'interno del Gruppo il Sacerdote Direttore Spirituale nominato dal Vescovo.

Divina Misericordia

Scritto da Mercoledì, 13 Gennaio 2016 04:51

La festa della Divina Misericordia è stata istituita ufficialmente da Giovanni Paolo II nel 1992 che la fissò per tutta la Chiesa nella prima domenica dopo Pasqua, la cosiddetta “Domenica in albis”.

 

Dove è stata celebrata per prima questa ricorrenza?

Il card. Franciszek Macharski con la Lettera Pastorale per la Quaresima (1985) ha introdotto la festa nella diocesi di Cracovia e seguendo il suo esempio, negli anni successivi, lo hanno fatto i vescovi di altre diocesi in Polonia. Il culto della Divina Misericordia nella prima domenica dopo Pasqua nel santuario di Cracovia - Lagiewniki era già presente nel 1944. La partecipazione alle funzioni era così numerosa che la Congregazione ha ottenuto l'indulgenza plenaria, concessa nel 1951 per sette anni dal card. Adam Sapieha. Dalle pagine del Diario sappiamo che suor Faustina Kowalska fu la prima a celebrare individualmente questa festa con il permesso del confessore.

Apostolato della preghiera

Scritto da Mercoledì, 13 Gennaio 2016 04:50

Una Via del cuore al servizio del mondo

Che cos'è l'AdP?

E' un servizio alla Chiesa Cattolica diffuso in tutto il mondo, compatibile con tutti i tipi di associazione e movimenti, che propone la spiritualità del Cuore di Gesù per aiutare tutti i membri della Chiesa e vivere pienamente il Battesimo e l'Eucarestia nello spirito del sacerdozio comune dei fedeli.

L'AdP propone tre impegni fondamentali:

l'offerta quotidiana

la consacrazione

la riparazione

 

 

Design by Alessandro Paolillo
Copyright © 2013 JoomlaPlates.com