Chiesa di San Giovanni non mattoni ma pietre vive

Vota questo articolo
(3 Voti)

Cappelle 07 Settembre 2018. "E' auspicabile che la nostra chiesa oltre che da mattoni sia formata da cuori pulsanti".  Con queste parole don Marco Raimondo conclude il messaggio di saluto e benvenuto al nostro Arcivescovo in occasione della solenne celebrazione Eucaristica per la riapertura al culto della chiesa di san Giovanni Battista in Pastorano Salerno.

Grazie ai lavori di risanamento e consolidamento cofinanziati dalla Cei, la millenaria chiesa ritorna  ai vecchi splendori di un tempo, sono stati riportati alla luce affreschi e stucchi persi nel tempo, nicchie preziose, colori e ovviamente ricordi.

La Celebrazione Eucaristica è stata presieduta dall'arcivescovo di Salerno, Campagna e Acerno monsignor Luigi Moretti che durante l'omelia ha più volte sottolineato come la carità e la misericordia di Dio accompagnano l'uomo di ieri e di oggi.  L'amore è l'unica chiave di accesso per il regno dei cieli.  Un amore che sappia travalicare i confini del proprio io per giungere al traguardo del noi.  C'è la necessità di avere con tutti rapporti sinceri, liberi da schemi mentali dove la concordia, la giustizia e la fratellanza siano ben evidenti nel nostro essere chiesa.  

Presente alla celebrazione come concelebrante padre Franco Mangili, vicario foraneo.  Numeroso il popolo di Dio presente a testimoniare l'amore verso la propria chiesa.

Di seguito le foto di Luca Scovotto e Giada Galluzzi.

Ultima modifica il Sabato, 08 Settembre 2018 09:03

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Design by Alessandro Paolillo
Copyright © 2013 JoomlaPlates.com