LA CONCHIGLIA DEL PERDONO

Vota questo articolo
(3 Voti)

Santa Maria di Castellabate 26 Luglio 2018. Con il mistero sulla Trinità di sant’Agostino (Un giorno Sant’Agostino passeggiava lungo la spiaggia meditando sul grande mistero della Trinità. Vede un bambino che, scavata un buca nella sabbia, vi versava l’acqua che attingeva con una conchiglia dal mare. – Che fai, bambino mio? Voglio mettere il mare in questa buca…- E’ impossibile… mettere il mare così vasto in una buca così piccola…- E allora… come puoi tu richiudere nella tua piccola testa… Dio così infinito?… E l’angelo sparì.)  si apre il penultimo giorno del ritiro del gruppo giovani della nostra comunità.  La preghiera del mattino sulla spiaggia impone quindi un gesto particolare, ripercorrere quando il racconto dice.  Ognuno dei ragazzi aiuta il gruppo a scavare una buca sulla sabbia e poi uno ad uno riempiono con l'acqua di mare una conchiglia, ci sono turisti che guardano, ragazzi che sorridono e persone che si fermano a parlare con noi. Una giornata iniziata con la preghiera e con il dialogo  continua con il perdono, la misericordia e l'abbraccio: il sacramento della riconciliazione.

Tutti i ragazzi hanno ricevuto da don Marco il perdono del Padre e simbolicamente una conchiglia da mettere al collo come segno del mistero profondo che spinge il nostro essere persona verso il Bene.

 Il pranzo preparato dalla squadra dei timoni ha preceduto il momento di silenzio che si è protratto fino alle 17.00.  E' il tempo dei giochi, del divertimento e della spensieratezza.  La cena e il bagno di mezzanotte hanno sigillato una giornata fantastica.

Il ritorno a casa 

Ultima modifica il Venerdì, 27 Luglio 2018 14:44

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Design by Alessandro Paolillo
Copyright © 2013 JoomlaPlates.com